• Dottoressa Elena Pellizzari

    Psicologa Psicoterapeuta

     

    Contattami :  info@elenapellizzari.it  Telefono :  340 2498677

  • Ansia

  • Ansia

    Se hai scelto quest’emozione, è probabile che ti ritrovi a vivere momenti di nervosismo, difficoltà nel concentrarti, magari ti rendi conto di avere risposte esagerate di allarme o troppa paura di non riuscire ad affrontare le situazioni, potresti soffrire di sintomi fisici quali palpitazioni,  sudorazione, sensazione di soffocamento, vertigini e così via.

    Soffrire d’ansia significa sentirsi spesso inadeguati, non sentirsi in grado di affrontare determinate situazioni, ci si sente “diversi” perché “difettosi”, l’autostima ne risente perché troppo spesso, la persona non si sente capace in alcune circostanze e le evita. Chi convive con questa emozione impara a conoscerla, prevede le situazioni che la possono scatenare, sa attraverso quali sintomi si presenterà, ma non sa come gestirla, come alleviarla, come integrarla nella propria quotidianità. Essa si presenta a volte anche inaspettatamente e questo rende ancora più insicuri. L’ansia toglie il fiato, togliendo la libertà.

    L’ansia non sarebbe di per sé un’emozione da debellare. Essa può essere “adattiva” (fisiologica), quando prepara la persona ad un pericolo potenziale, contribuendo ad affrontare situazioni vissute come difficili oppure, può essere “disfunzionale” (patologica), quando invece provoca una sofferenza non sopportabile, portando la persona ad attuare comportamenti di difesa, che però limitano ambiti della vita dell’individuo.

    L’ansia si esprime attraverso varie componenti…quella cognitiva, quella somatica, quella emotiva e quella comportamentale.  I sintomi ansiosi diventano una fonte di minaccia: condizionano il comportamento e vengono interpretati come segnali dell’esistenza di un grave disturbo. I pensieri diventano catastrofici, immaginandosi scenari futuri sempre più negativi. Il corpo si prepara, ad affrontare ciò che la testa considera una minaccia attraverso l’aumento della pressione sanguigna, aumento del battito, aumento della sudorazione eccetera. Emotivamente la persona che soffre d’ansia, si trova catapultata in un calderone di emozioni negative come paura e preoccupazione. A questo livello è facile cadere in comportamenti limitanti, quali l’evitamento.

    Lavorare con l’ansia e i suoi sintomi, è possibile. Alleviare i disagi che può creare l’ansia, significa porre attenzione a se stessi, ricorrere a tecniche di rilassamento e ancora di più lavorare sulle cause che hanno causato l’insorgenza dei sintomi.